Servizi di disinfestazione

 

DISINFESTAZIONE INSETTI

Cercate qualcuno che sia specializzato nella disinfestazione di ambienti invasi da insetti di ogni tipo ma non sapete a chi rivolgervi per ottenere un servizio valido ed efficace? Da oggi Ics Servizi, con sede a Como, vi verrà incontro fornendovi la soluzione ideale ai vostri problemi.
Un intervento efficace e tempestivo
Abitare in campagna, oltre a innumerevoli vantaggi, presenta anche qualche disagio. Vi sarà magari già capitato di trovare un nido di vespe o di api magari sotto il tetto della vostra abitazione o nel cassone della vostra tapparella. In casi come questo, invece di avventurarsi nella ricerca di rimedi fai-da-te più o meno efficaci, sarebbe consigliabile rivolgersi a una ditta specializzata che sappia garantire una disinfestazione tempestiva per l'allontanamento degli insetti, mettendosi al riparo da eventuali pericoli. Ics Servizi, grazie alla competenza maturata in anni di attività e all'uso costante delle ultime tecnologie di settore, è divenuta, e non solo nel comasco, un punto di riferimento per chiunque necessiti di liberare la propria casa o il proprio ufficio da sgraditi ospiti.
Uno staff molto preparato al servizio della vostra sicurezza
Contattateci telefonicamente o dal sito per avere maggiori informazioni sui nostri interventi di disinfestazione e allontanamento insetti. Un nostro tecnico specializzato sarà felice di davi tutte le risposte che vorrete e fornirvi, eventualmente, un preventivo dei costi dei nostri interventi.

 

DISINFESTAZIONE PULCI

Disinfestare dalle pulci un ambiente significa innanzitutto conoscere il parassita ed i suoi comportamenti.
Le Pulci sono insetti attratti dal calore corporeo, e sono ematofagi, ossia si nutrono del sangue dell'animale infestato.
Non sono dotate di ali, ma tre paia di zampe, di cui le ultime più lunghe, che fungono da propulsori per ampi salti.
L'apparato boccale(pungente e succhiante) della Pulce, le permette di pungere e succhiare il materiale ematico dell'animale ospite.
Sono circa 2000 le specie di pulci conosciute in natura.
Le più diffuse in Italia sono quelle appartenenti alla stirpe delle Ctenocephalides felis:

Meno diffusa è invece La Pulce del ratto(XENOFPSYLLA CHEOPIS), veicolo di numerose malattie epidemiche come la peste bubbonica, e altre patologie come la tularemia e il cimurro.
E la pulce dell'uomo (PULEX IRRITANS): che tende a infestare il corpo umano e quello dell'animale domestico, anche questa specie di pulce, può rivelarsi tramite di infezioni anche molto gravi come il tifo murrino.
Le punture della Pulce (può succhiare fino a 5-10mm di sangue al giorno), si rivelano frequentemente causa di anemia e deperimento. Inoltre su soggetti particolarmente deboli, o predisposti possono manifestarsi gravi reazioni allergiche, generalmente causate dal contatto con la saliva di questo parassita. Queste reazioni si rivelano con la presenza di Eritemi, papule e diradamento del pelo, con conseguente grattamento convulsivo, leccamento e della zona interessata (dorso, inguine e addome).
La pulce può essere inoltre tramite per il contagio di diverse patologie, come la presenza nell'intestino di cani e gatti di vermi o tenie. La Bartonella henselae, è un microrganismo patogeno del gatto, che viene trasmesso dalla pulce, venuta a contatto con l'animale, attraverso le feci. Si manifesta con febbre e patologie dell'apparato linfatico, è particolarmente rischiosa per i soggetti affetti da deficienze immunitarie.
La conoscenza approfondita del ciclo riproduttivo della Pulce, permette una agevole azione di prevenzione dall'infestazione.
E' importante sapere che la fecondazione avviene sul corpo ospite, la femmina è feconda dopo qualche giorno di suzione continua, e la deposizione di uova avviene quasi immediatamente. Le uova non restano sul corpo ospite ma cadendo rimangono, e si dischiudono, dopo circa 10 giorni, nell'ambiente.
E' per questo che infestazione da pulci non riguarda esclusivamente l'animale ma l'intero ambiente in cui questo vive.
Le larve delle pulci, lunghe circa quattro millimetri, tendono a rimanere al riparo, in luoghi preferibilmente umidi e bui (coperte divani o tappeti). Si nutrono di sostanze biologiche e del materiale ematico assimilato dalle Pulci adulte. Il ciclo vitale della Pulce adulta comincia e si esaurisce, comunemente, sul corpo infestato questo spinge quindi a interventi di Disinfestazioni preventivi e risolutivi.
Le uova, di conseguenza sono il primo problema da affrontare nella Disinfestazione da Pulci.
Si consiglia inoltre di evitare che l'animale domestico entri in contatto con letti, divani o tappeti, e di pulire o lavare frequentemente la cuccia e gli ambienti dove il nostro animale sosta abitualmente.
Divani, letti e tappeti, sono il nido preferito dalle larve, è necessaria, dunque, una cura particolare nel pulire ed disinfettare gli ambienti in cui sono presenti animali domestici. La pulizia personale è di fondamentale importanza, in particolar modo per i bambini, per evitare di ingerire accidentalmente uova o larve di questo parassita. L'uso stagionale di repellenti antiparassitari per cani è gatti resta comunque una soluzione efficace per prevenire il problema.

 

DISINFESTAZIONE FORMICHE

Le formiche sono insetti appartenenti all'ordine degli imenotteri ed alla specie delle formicidae. Al mondo, ne esistono più di dodicimila specie. Fra le più diffuse nel nostro Paese, vi sono le formiche delle zolle (tetramorium caespitum), le formiche nere (lasius niger), le formiche del fuoco (solenopsis invicta) e le formiche mietitrici (messor barbarus). Come le api, hanno la caratteristica di formare colonie, ove ogni singolo insetto lavora per il benessere dell'intera comunità. Ogni colonia è divisa in caste, formate da formiche regine, maschi ed operaie. La riproduzione della specie è affidata alle regine ed ai maschi. Questi ultimi, dopo l'accoppiamento, sono destinati a morire. Le formiche operaie sono sterili, anche se, in alcuni casi, possono deporre uova partenogenetiche. Le operaie, che comunicano fra di loro mediante il rilascio di feromone, si occupano di ampliare il formicaio, scavando nuove gallerie, e di andare alla ricerca di alimenti. Nell'ecosistema ambientale, le formiche hanno un ruolo molto importante, perché fungono da operatrici ecologiche, spazzando via i resti di piccoli insetti morti. D'altro canto, possono rappresentare un danno per i campi, le piante ed anche per le abitazioni umane, nel caso in cui, al loro interno, si verifichino infestazioni. Anche piccole fessure nelle pareti e nei pavimenti possono costituire un ottimo posto in cui costruire un formicaio, che potrà ospitare migliaia di individui. Per quanto riguarda le coltivazioni, è importante essere a conoscenza del fatto che alcune specie di formiche, come la messor barbarus, si cibano di semi delle piante. Le formiche, inoltre, essendo ghiotte di melata, hanno la tendenza ad allevare afidi e cocciniglie, parassiti della flora, che producono tale sostanza zuccherina. Alcune specie sono pericolose perché, se infastidite, possono pungere. Nell'atto di pungere, questi insetti secernono un irritante veleno, l'acido formico

 

DISINFESTAZIONE VESPE E CALABRONI

La Disinfestazione da vespe è effettuata attraverso l'utilizzo di sostanze chimiche innovative e in grado di garantire risultati certi anche su api e altri insetti infestanti.
La principale differenza che contraddistingue il nido di Vespa da quello di Ape è il colore nettamente più scuro, simile al colore del cartone (da qui il nome "Cartonaie"), rispetto al comune alveare di ape, dovuto alla mancanza di produzione di cera.
I nidi delle Vespe possono variare di dimensioni, ma riescono a contenere più di 20.000 unità. Molto più aggressive delle loro "cugine", le vespe difendono il loro alveare anche a rischio della loro stessa vita. Attaccano l'invasore, e grazie al veleno che secernono con le punture riescono ad abbatterlo in un brevissimo lasso di tempo.
Queste caratteristiche rendono sempre più necessaria una Disinfestazione degli ambienti da vespe e api.
Il Calabrone, ad esempio, di dimensioni più grandi, possiede una quantità assai maggiore di veleno.
E' consigliata quindi la massima cautela, laddove ci si trovi nei pressi di un alveare di vespe. La colonia delle Vespe è divisa gerarchicamente, dal gradino più basso della scala, sono le operaie, i maschi fertili e la Regina.
Le femmine fecondate protette in luoghi caldi e nascosti riescono a superare il freddo invernale, in modo da riuscire, in primavera a ricostituire la colonia.
Il nutrimento delle larve delle Vespe e delle Api, avviene grazie alla costante somministrazione di zuccheri e proteine tratti principalmente da fiori e successivamente da frutti e altre sostanze ricche di glucosio.


Di seguito le specie più diffuse di Api e Vespe:

Se risiedete in prossimità di aree che facilitano lo sviluppo e alimentazione delle Vespe la probabilità di Favi e nidi è maggiore e tanto maggiore sarà la necessità di attuare una Disinfestazione efficace.

 

DISINFESTAZIONE ZANZARE

Uno degli insetti più fastidiosi, nei mesi estivi, è senza dubbio la zanzara. Oltre al suo caratteristico ronzio, la zanzara punge, provoca irritazioni allergiche, succhia il sangue e può veicolare malattie. Queste ultime, in Europa e nell'America settentrionale, interessano prevalentemente gli animali domestici, mentre nei paesi tropicali possono trattarsi di forme, anche gravi, che colpiscono l'uomo. Le zanzare sono insetti lunghi da due a quindici millimetri, che prediligono gli ambienti caldi e umidi e depongono le uova nell'acqua, soprattutto nell'acqua stagnante. Si sviluppano, quindi, particolarmente in prossimità di stagni, risaie, pozze, contenitori pieni d'acqua, sottovasi, vasi, e così via. Che si tratti di acque salate, dolci, inquinate o meno, non fa differenza. Solo le piscine con una forte presenza di cloro sono risparmiate dall'insediamento di uova.
E' importante, perciò, limitare il più possibile il ristagno di liquidi, considerando che tutto lo sviluppo di questi insetti, da uova, a larva, a pupa, ad adulto, si svolge in acqua. Le zanzare sono insetti, appartenenti all'ordine dei ditteri ed alla famiglia delle culicidae. Esistono svariate specie di zanzare, addirittura più di tremilacinquecento (circa sessanta in Italia). Molte, fra cui la zanzara comune (culex pipiens) sono attive più che altro nelle ore notturne. Un'eccezione è rappresentata dalle zanzare tigre (aedes albopictus), che si sono diffuse in Europa a partire dagli anni Novanta, sfruttando i trasporti commerciali di merci. Esse sono lunghe da due a dieci millimetri, sono tigrate di nero e bianco ed agiscono di giorno. A pungere, sono sempre le femmine, che necessitano di sangue e fluidi per la maturazione delle uova.

 

DEBLATTAZIONE

Le blatte, spesso più note con il nome di scarafaggi, sono insetti molto diffusi, di cui esistono varie specie, anche molto differenti fra loro, di dimensioni variabili dai tre millimetri agli otto centimetri. Nel mondo, ne esistono più di quattromila. Per fortuna, le loro attività interferiscono solo in minima parte con quelle umane. Si trovano ovunque, tranne che ai poli e nelle località collocate oltre i duemila metri sopra il livello del mare. Nel nostro Paese, le specie di blatte maggiormente diffuse sono quattro. La blatta orientale, ossia il comune scarafaggio nero, ama gli ambienti umidi, si muove sui pavimenti e nelle condutture. La blattella germanica, detta anche blatta fuochista, ha piccole ali e predilige le alte temperature, quali quelle delle cappe delle cucine o delle macchinette del caffè da bar. La supella longipalpa si insedia in luoghi caldi, ma non troppo umidi. La periplaneta americana, meno diffusa, preferisce gli scarichi delle fognature, le tubature ed i bagni. Le infestazioni da blatte sono fastidiose e pericolose per motivi di igiene e di salute. Questi insetti sono portatori di numerosi germi, batteri e virus, che possono provocare malattie anche gravi, come l'epatite e la poliomielite. Un altro problema è dato dal fatto che alcuni tipi di blatte ed i cadaveri delle stesse possono andare a contaminare le scorte alimentari, rendendole inservibili. Le infestazioni da blatte possono quindi essere molto sgradevoli tanto in abitazioni private quanto in magazzini ed industrie del settore alimentare. Per affrontare il problema, è utile prevenirlo, per quanto possibile, attraverso il monitoraggio degli ambienti e degli interstizi, la chiusura di crepe e fessurazioni fra le piastrelle di pareti e pavimenti e la corretta conservazione delle derrate alimentari. In caso di infestazioni, è importante rivolgersi ad aziende esperte del settore, che sappiano risolvere il problema delle blatte, senza arrecare danni alle persone che vivono o lavorano negli stessi ambienti.,.Fra i metodi più utilizzati nella disinfestazione di blatte e blattelle, si possono citare le esche alimentari, i gel, le trappole collanti, diversi tipi di insetticidi, erogati con pompe manuali o con nebulizzatori elettrici. I biocidi, ossia i formulati impiegati (presidi medico-chirurgici), non devono lasciare residui pericolosi per adulti e bambini.

 

 

topo  ICS SERVICE snc - Via Roma 60 - 2207 - SENNA COMASCO (CO) - Tel: 031 520925 | Fax: 031 460695 | E-mail: info@ics-service.it - P.IVA 03299150130 - WebDesign